Saint Seiya GS - Il Forum della Terza Casa


Autore Topic: Record of Holy Wars  (Letto 2064 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline schieppo

  • *Guru del GDR*
  • Moderatore
  • *
  • Post: 7009
  • Cosmo: 402
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Awards
Record of Holy Wars
« il: 24 Ottobre, 2010, 12:37:16 pm »
PROLOGO

Siamo nel 1700 un secolo pieno di innovazioni ma anche di molti conflitti. La Grecia è parte integrante dell'Impero Ottomano, mentre in Europa molte monarchie si contendono i domini oltre oceano. Spagna Francia e Inghilterra sono in perenne battaglia tra loro così come la Svezia e la Russia. Gli imperi centrali quali quelli di Prussia e Austria vedono infatti minacciati i loro possedimenti. Le americhe colonializzate da nord a sud causano importanti guerre per l'acquisizione dei nuovi possedimenti mentre in Asia la dittatura dei Qing dura da oltre 100 anni e sembra destinata a non terminare mai.
In questo scenario tuttavia il sigillo di Atena posto a custodia delle 108 stelle demoniache fedeli ad Hades sta pian piano perdendo efficacia liberando dalla prigionia alcune stelle che permettono la reincarnazione dei loro rispettivi Spectre pronti a riunirsi nel cuore dell'Europa per discendere da vivi dal loro padrone nell'Ade.
Il Grande Sacerdote è al corrente della situazione e una nuova generazione di cavalieri sta sorgendo, pronta ad ergersi a difesa della terra. Egli sa bene che non saranno le guerre tra le varie nazioni a cambiare il destino del mondo, quanto la lotta tra i saint e gli spectre. Sono da sempre loro a decidere le sorti dell'umanità sin dai tempi del mito.
Tuttavia qualcosa non quadra, ne la Dea della giustizia ne il Dio degli inferi si sono ancora manifestati nelle loro reincarnazioni umane alla guida dei due eserciti.
Ma all'oscuro di tutti, in una zona abbandonata dal mondo un gruppo di persone sta rifondando un ordine ritenuto estinto. Alchimisti con numerosi artefatti in loro possesso stanno costruendo armature oscure, nere come la pece. Circondati da reclute scartate dal Grande Tempio e guerrieri dall'origine ignota anchessi mirano alla conquista della Terra.
I due attuali leader dei principali schieramenti quindi attendono il momento della venuta degli dei per iniziare il conflitto, ma intanto iniziano a muovere le loro trame per preparare i loro uomini alla prossima guerra sacra.
Gli spectre ottengono i favori della Prussia e dell'Austria e combattono per loro come mercenari. Lo scenario quindi cambia completamente con le due monarchie che conquistano territori su territori grazie al potere delle inarrestabili armate infernali. Ma l'intervento della nuova generazione di cavalieri blocca l'espansione. Anche loro scenderanno in campo in aiuto dei paese più deboli e di chiunque necessiti il loro aiuto. Ma il lavoro oscuro degli alchimisti ha messo in campo una terza fazione avversa tanto ai Saint che agli Spectre.
Una nuova guerra santa sta per scatenarsi sulla Terra.
« Ultima modifica: 23 Aprile, 2011, 13:08:09 pm da schieppo »

Offline schieppo

  • *Guru del GDR*
  • Moderatore
  • *
  • Post: 7009
  • Cosmo: 402
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Awards
Re: Record of Holy Wars
« Risposta #1 il: 23 Aprile, 2011, 13:29:46 pm »
LA GUERRA DEL NORD

L'unificazione del mondo, sotto il vessillo di Hades Dio degli inferi aveva dato agli spectre una nuova causa per cui combattere. Ma affinchè la propria fazione ottenesse la vittoria la donna che comandava l'esercito degli inferi aveva iniziato ad ordire oscure macchinazioni. Pandora, dopo aver preso pieno controllo del castello dimora di Hades sulla terra, aveva messo in moto il suo piano di conquista. Avrebbe portato dalla sua parte i più sanguinari sovrani della Terra per poi piegarli ai piedi del suo Dio. Iniziò a trattare con Carlo XII, Re di Svezia, aiutandolo nella conquista dell'Europa del Nord. Le legioni di skeletor e i soldati del Re ridussero all'impotenza nazioni come la Polonia mentre i Russi guidati dallo Zar Pietro si ritiravano. Ma il piano della donna non aveva considerato una variabile fondamentale. Al Grande Tempio il sacerdote aveva riunito i sei migliori Bronze Saint ed affiancandoli ad un terzetto di Silver Saint aveva dato il via alla controffensiva. Salvare gli innocenti, evitare stragi e porre fine immediatamente alla Guerra Sacra. Questo era il suo obiettivo. Con una spregiudicata ma ben congegnata tattica il Sacerdote mosse le sue pedine inviando al fronte i Silver Saint lasciando ai Bronze il compito di chiudere i conti con chi al momento comandava l'armata degli inferi.
Pandora, dopo i successi del suo esercito, ottenne un incontro con Carlo XII in una fortezza nel nord. Non gli restava che incontrare di persona il Re e soggiogarlo condizionandogli la mente. Nulla comunque andò come previsto. Una volta giunti faccia a faccia il rumore della guerra si fece incessante. Saint e Spectre avevano dato il via a violente battaglia sia dentro che fuori la fortezza. I Saint, guidati dall'amore per la giustizia riuscirono a sconfiggere quasi interamente le linee di Spectre regolari che Pandora aveva portato a sua difesa. Ma l'arrivo di due Luogotenenti dell'Ade aveva cambiato completamente le carte in tavola. Quella che per i Saint poteva essere una vittoria agevole e sopratutto senza perdite si trasformò in una sconfitta cocente. Nonostante l'impegno dei più valorosi Jan Atticus e Gerki i due Spectre ebbero facilmente la meglio sbaragliando i sei avversari. Ma quando tutto sembrava perduto per i Saint di Atena, il cavaliere d'oro Lost di Gemini fece la sua comparsa attraverso le dimensioni. Il suo potere rasentava l'immaginabile e per gli Spectre non vi fu scampo. Solo il tridente infernale posseduto da Pandora evitò che il suo esercito finisse in un altra dimensione. Ma il tempo iniziò a muoversi all'indietro quando il Giudice degli Inferi Rahl di Mefistofele riportò tutti i suoi compagni nei gironi infernali prima che fosse troppo tardi.
Il primo scontro si era concluso, ed i Saint potevano gioire. Non erano riusciti ad eliminare Pandora ma avevano impedito che il suo piano andasse a buon fine.


Offline schieppo

  • *Guru del GDR*
  • Moderatore
  • *
  • Post: 7009
  • Cosmo: 402
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Awards
Re: Record of Holy Wars
« Risposta #2 il: 07 Dicembre, 2011, 18:07:20 pm »
BLACK SAINT

Disordini nella zona sud della penisola ellenica portarono il Grande Sacerdote alla creazione di una task force con il compito di vigilare e debellare la minaccia. Le informazioni giunte parlavano di guerrieri dalle straordinare capacità e di un sempre maggior numero di seguaci disposti a seguirli nelle loro nefandezze. Le descrizioni tuttavia portarono il Pope alla conclusione che non ci fossero gli spectre dietro a questa situazione. Era ben più propenso infatti a credere che, le numerose reclute scatate di recente dal Grande Tempio si fossero coalizzate per reclamare ciò che credevano loro di diritto. Jan del Triangolo, Atticus dell'Aquila e Jagang di Orione vennero selezionati tra tutti i saint presenti per partecipare alla missione di contrasto. Il trio iniziò quindi le ricerce venendo più volte a contatto con le forze dell'alleato Impero ottomano senza inizialmente comprenderne la ragione. Scoprirono tuttavia che una grossa parte dell'esercito mercenario era di stanza in un castello strategicamente ben posizionato, la fortezza della Nauplia. Raggiunta percepirono dei cosmi decisamente malvagi ma non simili a quelli delle stelle malefiche che solo qualche tempo prima erano riusciti a debellare. Il gruppo riuscì ad addentrarsi nelle profondità della struttura dove fecero l'incredibile scoperta. Decine di uomini lavoravano senza sosta creando cloth esattamente come quelle che venivano indossate dai Saint di Athena. Armature identiche tranne che per un particolare. Erano nere come la pece. Fu durante l'investitura del Black Saint del Lupo che il gruppo di Silver Saint fece irruzione iniziando una feroce battaglia contro alcuni Black Saint. Tali furono le forze messe in campo da far vacillare l'intera struttura e lasciare Jagang a terra privo di sensi con la Silver Cloth completamente distrutta. Ma nonostante le avversità i Saint grazie al doppio miracoloso intervento della loro Dea riuscirono ad avere la meglio sui nemici. La zona e tutti gli attrezzi usati dagli alchimisti si erano però deteriorati a tal punto da essere inservibili sia per l'una che per l'altra fazione. Uscendo i tre cavalieri notarono come i loro problemi non erano finiti. Avevano affrontato soltanto alcuni dei guerrieri neri. Altri tre, di cui uno con lo stesso cloth di Atticus, fecero la loro comparsa. Nonostante le forze cominciassero a mancare non si diedero per vinti bruciando al massimo il loro cosmo. Ma gli avversari non provati da precedenti battaglie riuscirono pian piano a portarsi in vantaggio sino a mettere in scacco i guerrieri di Athena. Ma gli interventi divini non smisero di arridere ai tre Silver. Lost di Gemini fece la sia comparsa sul campo di battaglia sconfiggendo i nemici con la micidiale Another Dimension. La minaccia dei Black Saint era scongiurata. Per il momento. Ma ora il Grande Sacerdote sapeva che non erano solo gli Spectre a desiderare il dominio sulla Terra. Una nuova fazione era scesa in campo, un gruppo del quale ben poco si sapeva.

Offline schieppo

  • *Guru del GDR*
  • Moderatore
  • *
  • Post: 7009
  • Cosmo: 402
  • Sesso: Maschio
    • Mostra profilo
    • Awards
Re: Record of Holy Wars
« Risposta #3 il: 26 Maggio, 2012, 23:11:38 pm »
DARK SUN

In Europa le fragili alleanze erano ciclicamente destinate a cadere, poichè Re senza eredi morivano e le terre andavano assegnate. Carlo II, Re di Spagna stava per morire e nessuna occasione fu più favorevole per la ministra di Hades, Pandora. Con un abile trama la donna convinse Carlo II a nominare erede universale dei territori spagnoli il nipote del Re di Francia, Luigi XIV. La decisione sconvolse gli equilibri poichè la Francia era nettamente la nazione più potente del continente ed annettendo anche i territori spagnoli avrebbe ottenuto un potere politico, economico e culturale senza precedenti. Nessuno stette con le mani in mano ed in Inghilterra venne proclamata un alleanza anti francese, composta dagli inglesi,dai Savoia ( nonostante dapprima fossero nella coalizione franco spagnola ), dalla corona portoghese e danese insieme e quella olandese oltre ad una serie di altre fazioni minori.
Fu un periodo di guerre intenso per l'Europa, poichè gli spectre avevano rafforzato gli eserciti francesi e spagnoli rendendoli invincibili in battaglia. Fu quello il motivo per cui il Grande Sacerdote di Atene scelse personalmente un manipolo di Saint per difendere gli innocenti e ristabilire la pace. Le sue riflessioni portarono i saint a muoversi su 3 grandi fronti i quali erano ritenuti i centri nevralgici della lotta al potere: Torino Ramillies e Blenheim. Una volta spenti questi focolai la guerra avrebbe avuto fine e una pace sotto armistizio avrebbe riportato la pace tra le nazioni coinvolte.
Enrico di Nassau, il comandante della cavalleria dell'alleanza aveva omaggiato l'onore i tre guerrieri a lui assegnati: Romario della Fornace, Luca dell'Unicorno e Kaus del delfino avevano infatti chiuso i conti contro gli uomini del duca di Villeroi tra le cui fila si erano insinuati tre spectre di Hades. Nonostante infatti l'arrembante carica degli spectre favoriti dalla battaglia in campo aperto, erano stati i Saint a decimare le linee nemiche costringendo il resto dei nemici alla fuga ottendendo quindi il controllo della regione dei Paesi Bassi spagnoli.
Il Duca di Marlborough invece aveva visto fallire il suo contrattacco a sud ovest della baviera. Il suo obiettivo era conquistare il cuore nevralgico del centro Europa, tagliando le linee di rifornimento nemiche ed assicurandosi i territori del ribelle Principe Elettore della Baviera. Tre saint si erano presentati presso il suo accampamento, ma tre saint e migliaia di uomini erano caduti nel tentativo di conquistare Blenheim, la città in cui si erano arroccati i soldati tedeschi guidati dal Duca di Tallard e da Ferdinand de Marsin suo parigrado francese. Incubo della Mandragola, Evil del Behemoth e Dragunov del T-Rex avevano spento sul nascere l'offensiva dell'alleanza garantendo una duplice vittoria: fermare l'avanzata nemica e mantenere al sicuro la roccaforte della Baviera, il castello dei Rhal, vero anello di congiunzione  tra gli Inferi e la superficie terrestre.
Temibile presagio fu l'eclissi di sole che si verificò proprio durante l'assedio di Torino quando per alcuni istante le tenebre più nere dominarono la Terra.  In quegli attimi i tre spectre più potente apparvero per portare morte e distruzione in un luogo dove stava per giocarsi il destino politico dell'Europa. Ma non vi fu gloria ne per Hades ne per il plenipotenziario francese Duca de la Feuillade, Filippo II d'Orléans. I Silver Saint, le cui cloth d'argento riflettevano la luce della giustizia ebbero la meglio in uno scontro cruento in uno scenario dove la gente comune lottava per la sopravvivenza dentro le mura della città. Molti sacrifici resero possibile la resistenza ma senza l'intervento di Jan del Triangolo, Atticus dell'Aquila e Jagang di Orione tutto sarebbe andato perduto.
La luce di Atena invece risplendeva ora sulla collina di Superga e anche questa volta i piani di Pandora erano falliti.

Offline Anto di Gemini

  • *Anto di G...DR !!!*
  • Giudice degli inferi
  • *
  • Post: 10833
  • Cosmo: 1000
  • Sesso: Maschio
  • Il Cavaliere di LoN
    • Mostra profilo
    • Awards
Re: Record of Holy Wars
« Risposta #4 il: 09 Febbraio, 2015, 14:51:36 pm »
LA LIBERAZIONE DEL POTERE OSCURO

Monti Rodopi all'estremo Nord-est della Grecia al confine con la Bulgaria. In questo luogo ora mai da centinaia di anni vi è una fortezza segreta, di alcuni seguaci della dea Atena. Infatti la stessa dea aveva lasciato un compito importante da portare a termine ai loro predecessori. Proteggere quel luogo e impedire la rottura dei sigilli che li erano stati posti, fino al giorno che il potere sacro avrebbe purificato cosa vi era sigillato. Quindi i seguaci di Atena si erano impegnati nella loro missione per generazioni, aveva costruito una fortezza, e un villaggio, attorno i sigilli avevano creato trappole, e avevano fatto in modo che quel luogo venisse cancellato da qualsiasi mappa, nessuno avrebbe più saputo della sua esistenza. Questa era l'intenzione dei seguaci di Atena che con il tempo divennero monaci combattenti. Tutto procedeva tranquillamente, fino a quando un potente spectre Winder dell'Arpia, ne scopri l'esistenza e tento un'incursione in quel luogo, ma il suo assalto non andò a buon fine e fu bloccato dai monaci guardiani, cosi decise di ritirarsi e ideare un piano. Una volta tornato negli inferi Winder prese contati con un illustre e potente personaggio il conte di Saint Germain, il quale molto abile ne reperire informazioni scopri il modo per rompere i sigilli dei monti Rodopi, e cosi insieme idearono un piano. Winder fece recuperare la surplice del vampiro che stranamente aveva una connessione con il potere sigillato nei monti Rodopi, poi finse la sua morte, per agire meglio nell'ombra, mentre gli altri spectre reperivano la mappa di dove erano dislocati i vari sigilli. Una volta che tutto fu pronto, Winder fece assassinare Akenathon della sfinge che, aveva tentato di ucciderlo, poi con il consenso di Lady pandora, fece una falsa investitura a i due spectre Blood ed Evil, e dopo qualche tempo che i due ebbero preso confidenza delle loro surplici, Winder decise che era il momento di assaltare i monti Rodopi, cosi Lady Pandora mando tutti gli spectre disponibili a compire questa missione. Gli spectre una volta giunti a destinazione, idearono un piano d'azione e si diressero ai primi due sigilli, e dopo furiosi scontro contro i monaci che erano di guardia ai sigilli, gli spectre riuscirono a rompere i primi due. Ma cio attirò l'attenzione dei monaci, cosi improvvisamente il conte di Saint German, accorse a portare consiglio agli spectre, e insieme a lui aveva portato una persona ammantata di nero. Dopo i meeting di riorganizzazione, gli spectre procedettero con il secondo assalto, e si divisero in tre coppie per dirigersi ai 3 sigilli rimanenti, mentre l'uomo ammantato di nero si sarebbe occupato della distruzione del villaggio e della fortezza. Dopo brutali scontri finalmente gli spectre riuscirono a distruggere altri due sigilli, e il terzo stava per essere aperto, ma il monaco di guardia non voleva arrendersi, nonostante si trovasse davanti ben 6 spectre. Ma a quel punto l'uomo ammantato di nero che il conte aveva portato con se, rivelo la sua identità di Winder dell'arpia, con uno schiocco di dita si riprese da evil la sua surplice, e con un altro schiocco tolse a Blood quella del basilisco. Poi dopo aver rivelato che tutte le azioni compiute dagli spectre, facevano parte del suo piano, consegno ad Evil e Blood le loro vere surplici, rispettivamente quella del Cyclops e quella di Acheron, poi uccise l'ultimo guardiano e ruppe l'ultimo sigillo che libero le Lamie in terra di Grecia.
Lord of Nightmare a Hellmaster Phibrizio prima di distruggerlo
"Il mio potere è la mia volontà e la mia volontà e il mio potere"

Saint Seiya GS - Il Forum della Terza Casa

Re: Record of Holy Wars
« Risposta #4 il: 09 Febbraio, 2015, 14:51:36 pm »